Ghiottonerie surgelate: quando la gastronomia unisce la praticità al gusto

Data: 19 marzo 2021 | Settore: Prodotti alimentari
Ghiottonerie surgelate: quando la gastronomia unisce la praticità al gusto

CGM, surgelati di alta qualità da friggere e da forno: “Oggi è possibile coniugare qualità gastronomica ed organolettica con volumi di produzione su scala industriale”

Sono 57,8 milioni gli italiani che consumano alimenti surgelati, quindi 9,5 su 10. Il consumo procapite annuo di surgelati è di 13,8 kg, 8,6 in casa e 5,2 fuori casa, mentre il valore in euro del mercato nazionale è di ben 4,6 miliardi di euro (dati “Rapporto annuale sui Consumi dei prodotti surgelati in Italia” 2018, realizzato da IIAS - Istituto Italiano Alimenti Surgelati).

Numeri che negli anni sono andati prima crescendo e poi consolidandosi, confermando l’apprezzamento per questa tipologia di prodotti, ottenuto grazie alla continua innovazione delle aziende produttrici, che hanno saputo ben interpretare le esigenze del consumatore con un equilibrato connubio tra richiesta di salute e benessere con quella di servizio e praticità, puntando sull’elevata qualità degli ingredienti utilizzati.

Secondo la CGM, azienda produttrice di surgelati di Pollenza, in provincia di Macerata, in attività dal 1986 e specializzata in produzioni per il mondo del catering e della ristorazione al bar – oltre che partner affidabile anche per le esigenze produttive di aziende industriali e gruppi della GDO (private label) - la formula giusta è perseguire “l’integrazione tra tradizione e ricerca gastronomica da un lato e tecnologia industriale del freddo dall’altro” con l’obiettivo di “deliziare i palati più esigenti”.

Da friggere, da forno e gourmet

Un obiettivo che l’azienda marchigiana raggiunge con un menù ricco e gustoso di specialità: dai fiori di zucca pastellati agli arancini alla siciliana, dalle mozzarelle panate alle olive ripiene all’Ascolana, dalle alette di pollo alle alici impanate, solo per citarne alcune.

“Il reparto di ricerca e sviluppo – spiega la CGM - analizza le abitudini di consumo del target di riferimento allo scopo di anticiparne gusti e scelte gastronomiche.”

Due le linee: da forno, con CGM Gusto Forno, I Cuocinforno, Happy Hour, Ice Chef, i Mix e VegeTiAmo!, oppure da friggere, con CGM Gusto Fritto, Grand’Or e Grand’Or Gourmet.

Quest’ultima “nasce per rispondere alle esigenze di una nuova tipologia di clientela, quella dei locali attenti alla qualità, che hanno un’offerta ricercata ed elaborata, che sono alla continua ricerca di novità, senza, però, rinunciare all’efficienza e alla praticità”.

“Per questo motivo – continua la CGM - abbiamo avviato una collaborazione con lo Chef pluripremiato Enrico Mazzaroni che, insieme al nostro ufficio produzione e R&D, ha messo a punto 4 ricette accomunate dall’altissima qualità degli ingredienti. 4 ricette che in parte si rifanno all’artigianalità e alla tradizione e in parte esaltano la creatività con ricette gourmet, per dar vita a prodotti 100% made in Marche: Arancino Passion, Cuor di Parma, Oliva 1800 e Oliva 1800 al Tartufo”.

Customer service su misura

In questo quadro, che privilegia la qualità, grande importanza viene data al servizio. In particolare, CGM propone al canale foodservice Movi Chef, progetto di customer service che offre assistenza tecnica a coloro che operano nel campo della ristorazione.

Si tratta di un supporto tecnico itinerante, una sorta di “cuoco a domicilio”: un incaricato CGM su appuntamento visita l’azienda cliente per presentare prodotti e linee, approfondendo le loro caratteristiche tecniche e organolettiche; illustrare norme, principi di gestione, preparazione, cottura, rinvenimento e fornitura dei prodotti; allestire e organizzare presentazioni, degustazioni, test di prodotti presso la sede del cliente, oppure, su sua richiesta, presso il cliente finale.

Monica Dall'Olio

Visualizza scheda azienda

Altre news dal settore Prodotti alimentari: