Acqua in vetro leggera e salutare Levico Acque: per il benessere della persona e la salute dell'ambiente

Data: 15 Aprile 2019 | Settore: Prodotti alimentari
Acqua in vetro leggera e salutare Levico Acque: per il benessere della persona e la salute dell'ambiente

Levico Acque guarda al futuro e promuove il benessere della persona attraverso sane abitudini e il rispetto dell'ambiente ​

Levico Acque è una storica fonte trentina, apprezzata per la qualità dei suoi prodotti che, soprattutto negli ultimi anni, si è distinta per la sua particolare attenzione al tema della responsabilità ambientale e della sostenibilità. ​

Acqua Levico è imbottigliata solo in vetro direttamente alla fonte nell’innovativo stabilimento di Levico Terme. La Famiglia Franzoni al momento dell’acquisizione, ha scelto di ristrutturare l’antico stabilimento e riammodernarlo per renderlo una struttura di ultima generazione, al passo con le moderne tecnologie ed i più avanzati canoni ambientali per la produzione.

La sostenibile leggerezza di acqua Levico con i suoi soli 38 mg su litro di residuo fisso è proposta nel formato Litro e nei formati, dedicati al canale horeca - 75 cl, 50 e 25 cl - nell’elegante livrea con l’etichetta a “oblò” dal design ricercato e sostenibile, adatto alla ristorazione più attenta alle materie prime e ai prodotti di qualità.

Levico Acque ha scelto di imbottigliare la sua acqua solo in vetro e di sposare il sistema del vetro a rendere, l’unico che permette di sprecare meno risorse e meno energie.

Dall'acqua alle bibite biologiche

La proposta di Levico Acque si completa poi con le bibite biologiche. Diverse e complementari, Bibibio e Biomix sono pensate per soddisfare diverse esigenze che stanno emergendo in maniera forte nel dinamico mondo dell’horeca.

Le bibite BIBIBIO sono 6 referenze di bibite frizzanti, 100% biologiche. I gusti scelti e prodotti con la massima attenzione alla qualità degli ingredienti affiancano ai classici della tradizione italiana alcune “chicche”, adatte a soddisfare palati raffinati ed esigenti. Alle classicissime aranciata, chinotto, limonata, cola, infatti, si sono affiancati i gusti melagrana e melazenzero, sorprendenti e inaspettati, frutto di una ricerca mirata sui sapori e molto gradite a un pubblico avido di novità gourmet. Le bibite BIBIBIO rappresentano uno dei modi più contemporanei di “bere naturale”. Sono pensate infatti per le nuove tendenze del “panino gourmet” e dello “street food” di alto livello, che uniscono la tradizione regionale al bio e alla ricerca della qualità. Le bibite BIOMIX, lanciate con successo nel 2018, sono dedicate alla miscelazione, anch’esse prodotte con utilizzo di soli ingredienti biologici di alta qualità. La prima referenza è uno strepitoso gingerbeer, componente principale del Moscow Mule, uno dei cocktail più apprezzati dal pubblico della movida sempre in cerca di novità, mentre la seconda è un evergreen che non ha bisogno di presentazioni: la Biotonic water, destinata alla sempre più raffinata ricerca di acque toniche di qualità per il Gin Tonic, un classico riscoperto. 

Bibite biologiche

La sostenibilità ambientale per guardare al futuro in modo più efficiente

Esempio emblematico di una produzione che ha fatto della qualità il suo fiore all'occhiello e guarda al futuro puntando sulla sostenibiltà ambientale come chiave di sviluppo, abbiamo incontrato il presidente di Levico Acque, Mauro Franzoni, per conoscere più nel dettaglio progetti e aspettative.

Quali sono le novità alle quali state lavorando attualmente?

Il 2019 è stato per noi un anno di importanti novità studiate assieme ai nostri partner. A Gennaio 2019 abbiamo lanciato il nuovo sito. L’ obiettivo di questo cambiamento era quello di dare sempre maggiore centralità ai nostri temi fondamentali, la responsabilità ambientale e l’impatto positivo che il vetro a rendere, soprattutto nella situazione economica e ambientale che ci circonda, può e deve avere. Era importante per noi in quest’ottica dare sempre più centralità e visibilità ai nostri distributori sia per il canale horeca che per il canale domicilio, sottolineando con strumenti dedicati sul mondo del web i prodotti e servizi che abbiamo a disposizione per i due differenti canali.

A Febbraio 2019 abbiamo inoltre lanciato la Litro Premium. Una nuova referenza, in formato litro, proposta per il mercato horeca.

Abbiamo cioè vestito il nostro formato litro della Livrea dedicata alla ristorazione per rispondere ad una chiara richiesta del mercato horeca. Richiesta che nasceva da tutti quei ristoratori che desiderano unire tradizione ed innovazione sulle tavole delle loro attività. Un modo per farlo è proporre Acqua Levico Premium in formato Litro, che dimostra la ricerca di qualità nel prodotto e nel packaging da parte del ristoratore.

Le bibite biologiche puntano sulla qualità e riabilitano le bevande confezionate. La risposta dei consumatori secondo la vostra percezione?

Secondo noi all’interno del mercato delle bibite, dove c’è un generale calo nelle vendite, si riscontra una progressiva crescita delle bibite di qualità e biologiche. Questo trend segue la tendenza sia nel consumo privato che nel consumo fuori casa, dove la ricerca della qualità è diventato un parametro di riferimento importante da parte dei consumatori.

Un chiaro esempio di questo fenomeno è dato dalla nascita negli ultimi anni di diverse catene di ristorazione veloce, di qualità; hamburgherie, piadinerie, toastetie, dove il filo conduttore è la ricerca di qualità nelle materie prime. Questa tipologia di locali è sicuramente alla ricerca, così come secondo noi l’intero mercato della ristorazione, di una bibita di qualità, meglio se biologica. Da questo ragionamento è nata la nostra collaborazione con Daniele Reponi, noto chef televisivo, che abbinando un panino con ogni bibita in formato da 275 ml, vuole proprio aiutarci nel consigliare i ristoratori su come proporre abbinamenti di qualità.

Le biomix invece, le ultime arrivate, seguono un trend diverso, ma complementare e molto interessante. Più orientate al mercato della miscelazione, vogliono rispondere all’esigenza di barman e consumatori che desiderano selezionare con attenzione ed in modo ricercato le materie prime dei propri cocktail, un comportamento, anche questo, in costante crescita.

Il vostro impegno per la sostenibilità ambientale viene da lontano e caratterizza l’intero sistema produttivo. Cosa vuol dire investire in favore della sostenibilità ambientale per un’azienda come la vostra?

Abbiamo preferito ristrutturare l’antico stabilimento, il cui nucleo storico originale risale al 1900 ed era diventato ormai parte integrante del paesaggio e del territorio.

I consumi sono stati ridotti grazie all’utilizzo di impianti altamente efficienti e di soluzioni architettoniche in grado di minimizzare l’energia necessaria per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo. La copertura originale in amianto è stata sostituita da pannelli fotovoltaici in grado di garantire circa il 50% del fabbisogno energetico. Sul fronte produttivo vero e proprio, imbottigliamento, si è lavorato sul recupero delle acque di lavaggio delle bottiglie, che diventano fonte di riscaldamento in inverno, e sull’ottimizzazione del ciclo di lavaggio del vetro. Questo sforzo ha permesso di raggiungere la classe energetica A, la certificazione LEED 2009 ITALIA NC (edificio altamente ecocompatibile e energicamente autosufficiente). Dal 2014 siamo inoltre impegnati per la completa riduzione e compensazione dell’anidride carbonica prodotta –  già ampiamente ridotta utilizzando energia proveniente solo da fonti rinnovabili – finanziando delle opere di bonifica che interessano la laguna veneta in un progetto denominato Blu Valley (www.levicoacque.it/sostenibilita) che certifica come l’intero processo produttivo di Levico Acque sia ad impatto zero sull’ambiente.

Acqua Levico Arte Sella


Come nasce la vostra edizione limitata 2019

Arte Sella è un luogo magico, dove nel rispetto dell’ambiente e sfruttando tutto ciò che la natura mette a disposizione, i curatori del parco da più di 30 anni coinvolgono nel cuore della Valsugana artisti da tutto il mondo creando, con materiali della natura, opere d’arte di straordinaria suggestione e dal significato profondo.

Lo scorso 15 ottobre, un forte vento di inaspettata violenza, effetto del riscaldamento globale, ha colpito duramente tutto l’arco alpino del triveneto, in particolare la Valsugana e Arte Sella, abbattendo milioni di alberi e distruggendo molte delle opere del parco, mettendo a rischio la sopravvivenza stessa di Arte Sella.

Levico Acque ha deciso quindi, con l’edizione limitata per l’horeca 2019 di far riferimento proprio a questo evento, con l’obiettivo di sostenere la rinascita di Arte Sella.

La livrea limited edition per l’horeca sarà disponibile per il formato 75cl, nelle referenze naturale e frizzante. Per l’occasione il caratteristico oblò, presente in tutti i formati premium per la ristorazione e simbolo di Acqua Levico, lascerà spazio al logo di Arte Sella, una elegante foglia (in luminoso argento per la referenza naturale e in oro  nella referenza frizzante) che nasce – o rinasce – da un ramo d’albero insieme ad altre foglie verdi. Il design vuole simboleggiare appunto la rinascita di tutti i territori devastati dalla calamità del 15 ottobre, ed in particolar modo di Arte Sella. 

Si tratta della terza edizione limitata in collaborazione con Arte Sella, molto più di un partner, una realtà con cui condividiamo dei valori e la visione dell’approccio responsabile nel fare impresa, arte, cultura.

Restando in tema di politiche ambientali: il riutilizzo del packaging e la riciclabilità dei materiali da imballaggio sono temi di grande attualità. Voi avete scelto il vuoto a rendere per la vostra acqua, quali sono i vantaggi di questa soluzione?

Da sempre abbiamo scelto di imbottigliare la nostra Acqua minerale leggera esclusivamente in vetro, per una scelta di qualità e di responsabilità verso l’ambiente. In particolare abbiamo sposato la filosofia del vetro a rendere, un’abitudine già diffusa in molti Paesi, purtroppo ancora troppo poco sentita in Italia.
Le bottiglie in vetro a rendere 100% riciclabili all’infinito, possono essere riutilizzate anche fino a 30 volte prima di dover essere riciclate a causa dell’usura. Questa scelta permette di sprecare meno risorse e meno energie, producendo anche meno rifiuti.
Infatti ogni anno in Italia si producono oltre 30 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani. Oltre la metà è rappresentato da imballaggi e di questi una buona parte da bottiglie in plastica. I motivi sono facilmente comprensibili: la plastica è più leggera, economica e facile da buttare. Ma non si possono trascurare gli svantaggi: se rilasciata nell’ambiente – gli oceani in particolare – è causa di gravi danni agli ecosistemi perché può richiedere anche 500 anni prima di decomporsi completamente.
L’utilizzo bottiglie in vetro a rendere per la distribuzione di acqua Levico vuole garantire un futuro migliore al nostro pianeta, in linea con i nostri valori.


Valeria Cei

Condividi su:

Altre news dal settore Prodotti alimentari: