Cersaie 2019 chiude con oltre 112.000 presenze professionali

Data: 2 ottobre 2019 | Settore: Industria
Cersaie 2019 chiude con oltre 112.000 presenze professionali

Il successo della nuova veste di Cersaie: “Open Cersaie”, ha incontrato il favore del pubblico

La manifestazione dedicata alla ceramica, alle superficie e agli arredi per il bagno ha chiuso il sipario pochi giorni fa, il 27 settembre. Nei cinque giorni di fiera si è rilevato un flusso costante di visitatori professionali e si è registrato un numero totale di 112.340 visite, dato in linea con l’anno scorso.

Sono stati 889 le presenze degli espositori, in arrivo da 40 paesi, che hanno allestito stand di massima qualità, sempre più eleganti, dal design ricercato e funzionali.

Anche in questa edizione il comparto della ceramica vince, in fatto di rappresentazione, con 458 aziende in vetrina; a seguire l’arredobagno con 214 espositori.

Nonostante le incertezze attuali dei mercati internazionali hanno partecipato all’edizione 2019 di Cersaie 52.997 presenze, provenienti da altri paesi. Il carattere internazionale della fiera è sicuramente confermato.

Più di 10.000 persone hanno scelto di visitare la mostra-evento che oramai caratterizza la fiera da alcuni anni. Quest’anno il titolo è stato “Famous Bathroom” e ha messo in vetrina set creativi a rappresentazione delle sale da bagno di 32 personaggi famosi. In generale tutti gli eventi e gli appuntamenti interni alla manifestazione hanno avuto un ottimo seguito di pubblico.

Forte anche l’attenzione mediatica che ha portato in fiera 1.044 giornalisti, dei quali 618 italiani e 426 esteri).

Tra le novità più curiose sicuramente il lavandino con miscelatore fatto a pinocchio, in ottone colorato, per la cucina o per il bagno; lo specchio che gestisce la musica nel bagno; il termosifone a forma di cannuccia, colorato e personalizzabile per arredare gli interni in modo originale (“Cannuccia” prodotto dagli architetti italiani Percoco e Bertazzi e premiato come miglior proposta 2017 a New York “Best of the year 2017”).

Il programma della Bologna Design Week, il “fuori salone” di Cersaie, ha prodotto incontri e contatti per le vie della città a favore dei locali e delle iniziative che hanno aderito, per questo sarà incentivato e arricchito nelle prossime edizioni della fiera.

Alberta Barbagli 

Condividi su:

Altre news dal settore Industria: