Ecomondo 2018: dal 6 al 9 novembre

Data: 5 novembre 2018 | Settore: Ecologia
Ecomondo 2018: dal 6 al 9 novembre

Ecomondo 2018: l’Italia al primo posto in Europa per il recupero dei materiali. 

Tra pochissimi giorni inizierà la nuova edizione della fiera per eccellenza che si dedica alla green e circular economy. Le porte si apriranno a Rimini, nel quartiere fieristico, dal 6 al 9 Novembre, per radunare tutti gli attori mondiali per la sostenibilità e l’efficienza del nostro pianeta.

A quanto pare il nostro paese è ai primi posti in Europa per il riciclo dei rifiuti, la produttività delle risorse: un esempio per l’orientamento all’economia circolare. In Italia si riciclano e si recuperano mediamente al minuto 10 tonnellate di carta e di cartone. Nel corso dell’anno 2017 questo risultato è aumentato del 1,6% rispetto all’anno precedente.

Ecomondo si fa dunque portavoce di queste azioni così importanti per la salvaguardia del nostro pianeta. Alla fiera partecipano tutti i leader di mercato che desiderano conoscere le innovazioni in fatto di tecnologia, soluzioni, normative, opportunità, che vogliono stringere alleanze e proporre progetti di sviluppo. Anche quest’anno tra i temi più caldi c’è quello della città sostenibile per il quale si incontreranno associazioni industriali, ministeri, istituzioni, enti di ricerca, la Commissione Europea e l’OCSE per valutare l’ecodesign industriale, la bonifica e la riqualificazione di aree contaminate, la bioeconomia, le abitudini del riuso.

Ad affrontare questo tema, affiancato da efficienza energetica e da energie rinnovabili si riuniscono di nuovo a Rimini Gli Stati Generali della Green Economy, con l’avvallo e l’organizzazione del Consiglio Nazionale della Green Economy, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Ecomondo è affiancata anche quest’anno da Key Energy “Energy Transition Hub”, la fiera che si occupa delle soluzioni a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili. In fiera è infatti possibile conoscere le idee innovative e le proposte tecnologiche per la “Città Sostenibile”, allestite in uno spazio espositivo che rappresenta le aree urbane e i piani di mobilità. A questo pro va detto che l’Italia, sebbene sia ai primi posti europei per il riciclo di materiale e disponga di nuove tecnologie, scarseggia invece per l’inserimento di soluzioni e di servizi smart, come emerge dalle statistiche del 2017 di Smart City Index. Ai vertici di questa statistica ci sono città come Copenhagen, Singapore, Stoccolma, Zurigo e Boston.

Tra i temi di Ecomondo torna l’appello della Commissione Europea, affinché si possa nel 2013 raggiungere un più elevato livello di efficienza, con una riduzione del 30% del consumo di materie prime, una riduzione del 50% delle emissioni di gas a effetto serra, una crescita del PIL del 5%, la creazione di più posti di lavoro.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Ecologia: