Speciale mare, assorbenti in fibra di polipropilene Meltblown

Data: 11 dicembre 2013 | Settore: Ecologia
Speciale mare, assorbenti in fibra di polipropilene Meltblown

Prendono il nome di tecnofibre le fibre fatte dall'uomo e in questo caso rappresentano la terza generazione dei prodotti assorbenti.

Con più antica denominazione si usava distinguere: le fibre artificiali, in cui la cellulosa veniva trattata e modificata da un reagente, da quelle sintetiche, con molecole ottenute per sintesi.

Nel 1954 Giulio Natta e Karl Rehn scoprirono che una resa elevata di polipropilene isotattico si ottiene con una miscela di TiCl3 cristallino e AlEt2Cl (Dietil Alluminio Cloruro, DEAC). Peculiarità del cristallo di titanio tricloruro è la presenza di centri metallici in coordinazione ottaedrica ma con insaturazioni della sfera di coordinazione; il propene è in grado di coordinarsi ai centri metallici attraverso queste lacune, e di polimerizzare in maniera stereospecifica a dare polipropilene isotattico.

Il polipropilene (PP, anche: polipropene) è un polimero termoplastico che può mostrare diversa tatticità. Il prodotto più interessante dal punto di vista commerciale è quello isotattico: è un polimero semicristallino caratterizzato da un elevato carico di rottura, una bassa densità, una buona resistenza termica e all'abrasione.

La densità è di 900 kg/m3 e il punto di fusione è spesso oltre i 165°C.

Le proprietà chimiche, determinate nella produzione, comprendono la stereoregolarità, la massa molecolare e l'indice di polidispersione.

Nel mondo degli assorbenti il polipropilene ha preso piede in due filoni principali:

- T.N.T. tessutonontessuto, da cui nasceranno successivamente prodotti come il panno e il rotolo assorbente.

- IL FIOCCO che verrà utilizzato per “farcire” salsicciotti, cuscini, salami e barriere marittime

A distanza di oltre 50 anni dalla scoperta, i prodotti assorbenti in polipropilene rappresentano il miglior compromesso qualità/performance/prezzo.

A seconda degli usi, della sostanza da assorbire e dalla sua temperatura, si possono raggiungere risultati di assorbimento fino a 25 volte il proprio peso.

Altre news dal settore Ecologia: