Grissini: uno tira l’altro. A sfornarli ci pensano le grissinatrici

Data: 25 marzo 2021 | Settore: Gelateria, pasticceria e panificazione
Grissini: uno tira l’altro. A sfornarli ci pensano le grissinatrici

Italpan: “Le grissinatrici sono uno dei nostri punti di forza”

Sono così gustosi che negli Stati Uniti ogni ultimo venerdì di ottobre  si celebra il Breadstick Day. Stiamo parlando dei grissini, molto amati anche dagli italiani: il 66% li consuma a casa, ma li sceglie persino fuori, per l’aperitivo (79%) e la cena (76%).  La qualità più ricercata è la croccantezza (77%), seguita da gusto (66%), ingredienti naturali (57%), leggerezza o scarso contenuto di grassi (49%) e, per il 40%, assenza di additivi chimici e Ogm (dati Espresso Communication). 

Pare poi che in tempi di Covid l’amore per i sostitutivi del pane sia cresciuto (a scapito degli snack dolci): i dati Nielsen rilevano un +7,9% nella vendita di snack salati nella Gdo (distribuzione organizzata italiana) da gennaio a novembre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

Le grissinatrici Italpan

Una buona notizia per chi ha fatto della sua mission la produzione di  macchine per la panificazione artigianale come la Italpan di Edoardo e Luca Rizzato, azienda di Schio, in provincia di Vicenza, in attività dal 1988 con le sue impastatrici, grissinatrici, sfogliatrici, setacci per farina, macina pane, taglierine per pane, laminatoi automatici, scaldataralli, formatrici 2 e 4 cilindri, baghettatrici e tagliafrese.

“Tra i nostri punti di forza – spiegano alla Italpan – c’è proprio la produzione di grissinatrici, che coprono una vasta gamma che va dalla grissinatrice da banco ad uso familiare fino alla macchina con taglio automatico capace di produrre 60/70 kg/h di grissini.”

Dal piccolo artigiano alla media industria, l’azienda è in grado di fornire macchine adatte ad essere inserite all’interno di impianti già esistenti – proseguono - infatti la ditta Italpan annovera tra i suoi clienti i più grossi produttori di macchine e forni presenti sul mercato nazionale e non”.

Una gamma per tutti i “gusti”

Si parte con le Grissinatrici Automatiche  GR/25 A e GR/25 L. Sono fornite di serie con calandra regolabile per uniformare lo spessore della pasta all’ingresso in trafila.  Il taglio della pasta può essere effettuato a comando elettrico manuale o programmato a mezzo temporizzatore per lavoro continuo.

Abbiamo poi la Grissinatrice Economica GR/25, con taglio della pasta effettuato manualmente.  Le trafile sono facilmente intercambiabili con il solo intervento su due pomoli. Il sistema di montaggio sul carrello è stato studiato in modo da avere un ingombro minimo in posizione di riposo. Tulle le macchine fino a qui descritte possono raggiungere una produzione oraria fino a 50 Kg.

Il taglio della pasta viene effettuato manualmente anche nel caso della Grissinatrice GR/15 mini, la cui produzione può raggiungere i 25 kg/ora e la cui trafila è facilmente intercambiabile con il solo intervento su due pomoli.

Infine la Grissinatrice GR 40 ITL. Il carico è richiudibile, a velocità regolabile, con lunghezza superficie utile di 1500 mm. Carico teglie a principio macchina, lato a scelta. Cinghie di trasporto regolabili nelle velocità. Corpo centrale: cilindri calibratori con pressioni regolabili, sistema di antingolfamento pasta, blocchi trafila intercambiabili con sistema di sicurezza, tappeto di raccolta con velocità regolabili. Per il taglio coltello a ghigliottina con velocità e frequenze regolabili. L’altezza di scarico è regolabile per l’uso di varie tipologie di teglie.

Monica Dall'Olio 

SCOPRI L'AZIENDA 

Altre news dal settore Gelateria, pasticceria e panificazione: