ECOMONDO 2019: la nuova edizione dell'evento green più atteso

Data: 31 ottobre 2019 | Settore: Ecologia
ECOMONDO 2019: la nuova edizione dell'evento green più atteso

La Green Economy discussa a ECOMONDO guarda con attenzione tutti gli ambiti di sviluppo e di tutela del nostro pianeta

Mancano pochi giorni all’apertura delle porte di ECOMONDO, il più atteso Salone Europeo della Circular & Green Economy, organizzato da IEG – Italian Exhibition Group nel quartiere fieristico di Rimini.

L’evento sarà aperto al pubblico dal 5 all’8 novembre e in questa edizione si mettono sul tavolo tutti i temi che interessano la salute del nostro pienata: sviluppo dell’economia circolare, innovazioni tecnologiche 4.0, imballaggi – packaging – logistica, riqualificazione del suolo e delle aree urbane, gestione sostenibile delle acque, biogas, Mare e Blue Economy.

Il mare, questa grande risorsa da tutelare del nostro tempo, se trattata con cura può aiutarci nella gestione del clima, in quanto il mare assimila CO2 e genera nuovi posti di lavoro. L’economia del mare, detta “economia blu”, per esempio in riferimento all’Unione Europea è in crescita e al momento ha all’attivo 5 milioni di posti di lavoro. Il primo focus sarà sul Mar Mediterraneo, se ne parlerà durante l’evento fissato per giovedì 6 novembre “Strutturare la Crescita Blu in Italia”. Si parlerà di visione, di missione, di risorse disponibili e di piani da attivare. Ancora più importante sarà l’incontro previsto per giovedì 7 novembre dove si cercherà di capire come gestire l’accumulo di rifiuti e di plastica che inquina l’acqua del mare, i suoi abitanti e tutto ciò che con essi si interfaccia.

Il tema della plastica sarà in realtà uno dei temi più caldi di tutto ECOMONDO, a questo proposito sono diversi gli incontri indetti anche per discutere le nuove formule di packaging, che utilizza risorse naturali e biodegradabili o compostabili, a favore di una maggiore sostenibilità. L’intera industria del packaging si sta rivoluzionando a fronte delle emergenze del pianeta e delle nuove strategie adottate, cambiano i processi di produzione, la logistica, il design delle confezioni e i materiali utilizzati.

Per incentivare l’economia circolare e la riduzione dei rifiuti si parlerà tanto di industria 4.0, di nuove tecnologie e di soluzioni finanziarie innovative, pubbliche e private, che possono permettere alle aziende di cambiare le proprie abitudini a favore di una maggiore efficienza.

A Rimini si riuniranno tutti gli operatori della circular economy e potranno visitare la fiera seguendo un percorso espositivo organizzato su 129.000 mq di superficie, con 1.300 aziende in vetrina, in arrivo da 30 Paesi. Sono stati invitati 1.000 relatori che si susseguiranno nei 150 seminari organizzati per aggiornare, formare e discutere.

Attesissimo l’VIII incontro degli Stati Generali della Green Economy che si riuniscono a Rimini per discutere, in questa edizione, di come affrontare la sfida climatica, proponendo obiettivi e fattibilità fino al 2030.

Alberta Barbagli

VAI ALLA SCHEDA DELL'EVENTO


Condividi su:

Altre news dal settore Ecologia: