LAMIERA 2019: edizione record con 26.197 visitatori

Data: 6 giugno 2019 | Settore: Industria
LAMIERA 2019: edizione record con 26.197 visitatori

Record d'ingressi nell'anno che celebra Da Vinci con tante innovazioni in esposizione

Questo appuntamento di LAMIERA, fiera internazionale delle macchine per la deformazione, il taglio e la lavorazione della lamiera, dell’automazione, delle tecnologie di questa industria, si è chiusa con il migliore dei risultati: un 11% in più rispetto al precedente evento. ​

Per la seconda volta a Milano, LAMIERA, si conferma come punto di riferimento del settore e come location perfetta per collimare incontri da più parti del mondo. 73 i paesi rappresentati, con maggiori provenienze da Europa, Asia, America e Africa.

In vetrina sono state visionate le soluzioni innovative di 518 aziende e sono accorsi operatori professionali che hanno contribuito a raggiungere il maggior numero di ingressi mai avuto nelle venti edizioni della fiera, pari a 26.197.

LAMIERA ha esposto la propria idea di innovazione in tre padiglioni, uno in più rispetto al passato. Tra le proposte presentate hanno trovato l’interesse dei visitatori gli innumerevoli sistemi di automazione, le teche con robot in azione, la saldatura, le tecnologie connesse alle gestioni digitali.

Sono stati inaugurati tre nuovi spazi espositivi, per raccogliere le proposte più tecnologiche: Robot Planet, FabbricaFutura, Saldatech.

Ai lati delle corsie principali della fiera erano esposte le storiche idee del genio Leonardo Da Vinci, in quanto LAMIERA ha voluto celebrare i 500 anni dalla sua scomparsa. In esposizione i disegni della meccanica e delle macchine utensili, allora utili per deformare il metallo e i sistemi automatici che lui stesso realizzò.

Ottima è stata l’affluenza ai convegni. Sono stati fissati oltre 40 incontri durante i 4 giorni di fiera, sessioni illustrative e in formative dove gli stessi espositori hanno presentato a un pubblico di circa 1.000 persone le proprie idee innovative per il settore.

Ampio spazio è stato lasciato anche ai gruppi di studenti (circa 600 gli ingressi singoli) degli istituti tecnici superiori, che hanno trovato spazio per confronti con esperti, per toccare con mano le possibilità di business del comparto e un percorso guidato per visitare la fiera in ottica formativa.


Alberta Barbagli


Condividi su:

Altre news dal settore Industria: