Saie 2018: dal 17 al 20 ottobre

Data: 3 ottobre 2018 | Settore: Edilizia
Saie 2018: dal 17 al 20 ottobre

Costruire 4.0: la sicurezza delle costruzioni e delle infrastrutture è focus di SAIE 2018

Torna a BolognaFiere la Biennale SAIE, fiera internazionale delle tecnologie per l’edilizia e l’ambiente costruito 4.0.

Dal 17 al 20 Ottobre andrà in scena un percorso informativo e formativo attraverso l’esposizione delle aziende di tutta la filiera delle costruzioni, attraverso aree dedicate ai mercati strategici e ai temi più importanti del momento, che riguardano l’innovazione, la sicurezza, gli accorgimenti antisismici, la sostenibilità e l’inserimento repentino del digitale anche nei settori più tradizionali.

Due anni fa SAIE ha registrato dati importanti di partecipazione con all’appello 400 aziende espositrici, 52.453 visitatori e 222 convegni realizzati.

DIGITAL&BIM Italia Conference Lab è sicuramente il contenitore di connessioni più interessante di questa edizione. Si tratta di un vero e proprio hub che unisce diversi protagonisti del settore delle costruzioni, che negli ultimi 12 mesi si sono dedicati a sperimentare e testare nuovi sistemi digitali e tecnologici per presentare una sfera di tendenze e innovazioni rilevanti.

Al centro dell’attenzione anche la cura delle infrastrutture, per questo si parlerà a SAIE 2018 anche di tecnologie di ultima generazione da usare per la manutenzione, la sorveglianza e l’ispezione delle opere infrastrutturali, come ponti, viadotti e gallerie, per garantire una più efficiente sicurezza alla popolazione.

SAIE espone le eccellenze italiane e ospita i maggiori esperti a livello internazionale, che si susseguiranno in un calendario di eventi ricco di spunti. Gli argomenti trattati seguiranno 4 filoni precisi, ossia: riqualificazione energetica, sia edilizia che impiantistica; recupero e protezione sismica; infrastrutture e territorio; digitalizzazione & BIM.

Tra le implementazioni che le aziende del costruito dovranno valutare con attenzione c’è sicuramene l’importanza del dato informativo, che diventa fondamentale per la gestione corretta e fluente dei processi operativi. Si parlerà di digitalizzazione, di monitoraggio, di interscambio e di interoperabilità per migliorare il passaggio di dati su ogni dispositivo e device, in questo modo sarà per ogni collaboratore progettista più semplice lavorare tra il cantiere e l’ufficio, senza perdere tempo e informazioni essenziali. ​


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Edilizia: