Tecnargilla 2018: ceramica 4.0

Data: 2 ottobre 2018 | Settore: Industria
Tecnargilla 2018: ceramica 4.0

A Tecnargilla spicca la produzione di ceramica 4.0

Arriva a destinazione anche l’edizione 2018 di Tecnargilla, il salone internazionale per l’industria della ceramica e del laterizio. Durante questo appuntamento si è potuto toccare con mano il prodotto del futuro, oramai oggetto del presente. 

È la fiera di riferimento per le forniture alle industrie della ceramica. Rimini si è popolata di imprenditori e di aziende dal 24 al 28 Settembre.

Focus centrale di tutta la fiera il prodotto sostenibile, ossia la ceramica 4.0, che è grande e digitale e si orienta a un mercato a economia più circolare. La produzione delle superfici ceramiche va verso una maggiore flessibilità, si scelgono materiali innovativi e dalle sembianze sempre più naturali seppur prodotti con l’ausilio della tecnologia, formati dalle dimensioni importanti e creazioni attraverso sistemi digitali e 3D.

Notevole è stata la partecipazione ai convegni ufficiali della manifestazione: il Meeting Annuale Acimac e l’appuntamento sull’economia circolare applicato all’industria ceramica.

Si è parlato di modelli di business che vanno a trasformare quanto fatto nella tradizione, a favore di un maggiore riciclo degli scarti, risparmio idrico ed energetico, con l’obiettivo di aumentare i vantaggi ambientali, ma anche quelli competitivi ed economici.

Oggi la tendenza dei consumatori è quella di scegliere ceramiche che rappresentino elementi naturali. La ceramica ha una forte resistenza durante i processi, resiste agli attacchi acidi e ai graffi, dunque permette lavorazioni di qualsiasi genere. Inoltre grazie al digitale oggi si possono realizzare lastre lavorate che imitano perfettamente quanto troviamo in natura senza però alterare l’ambiente. Questo grazie ai processi digitali, alle macchine altamente tecnologiche e alla ricerca che non si ferma. 

L’obiettivo delle aziende presenti a Tecnargilla è sicuramente quello di adottare politiche produttive interne ancora più sostenibili, garantendo una maggiore qualità di prodotto e vantaggi per la natura. Si adottano imballi riutilizzabili ed eco-friendly e prodotti biocompatibili.

In occasione della fiera Sacmi ha presentato una soluzione innovativa per realizzare prodotti che imitano gli elementi che troviamo in natura, con effetti 3D che fanno assomigliare la lastra in ceramica alla pietra naturale, dove è impossibile trovarne differenze. È una tecnologia dal nome “Sacmi Deep Digital” e rappresenta una linea produttiva per smaltare, decorare, depositare gli elementi che abbelliscono la superficie della lastra.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Industria: