Lineapelle 2018: espositori in aumento del 4,1% rispetto alla precedente edizione

Data: 2 ottobre 2018 | Settore: Industria
Lineapelle 2018: espositori in aumento del 4,1% rispetto alla precedente edizione

LINEAPELLE: numeri in aumento ma gli umori sono incerti sul futuro

Da pochi giorni LINEAPELLE ha chiuso la sua edizione numero 95. Un appuntamento che ha raccolto l’adesione di 1.308 espositori, registrando un aumento del 4,1% rispetto alla precedente edizione. Le aziende espositrici sono arrivate da 48 paesi con una predominanza di italiani, i cui brand erano 808.

Oggetto della fiera sono state le nuove tendenze moda per l’autunno-inverno 2019/2020: pellami, componenti, accessori, tecnologie e soluzioni innovative per l’industria della calzatura, del fashion, del lusso e automobilistico. La fiera è andata in scena dal 25 al 27 Settembre e ha registrato l’ingresso di visitatori internazionali, segnando un +2% di visite superiore all’edizione precedente. L’affluenza estera della fiera è notevole, si parla di un 49% di presenze provenienti da 105 paesi. Sono arrivati buyer da Pechino, dagli Stati Uniti, India, Giappone e Russia.

Gli organizzatori sono soddisfatti dei numeri raggiunti dalla fiera mentre tra gli espositori aleggiano umori contrastanti poiché tra i buyer accorsi ci sono quelli che, ancora timorosi della contrazione economica del settore, restano fermi e osservano l’evolversi delle cose senza spese, e ci sono quelli più coraggiosi che investono e continuano l’espansione e la crescita delle loro realtà, consapevoli che i momenti di crisi siano adatti a nuovi investimenti e aperture.   

Molte le soluzioni bio proposte in fiera, dove il rispetto per la natura aumenta: materiali e tecnologie sono più ecosostenibili. Innumerevoli le proposte bio delle industrie alla base del calzaturiero, tra queste anche suole e tacchi super flessibili realizzati con prodotti rifiniti senza solventi.

Tra i componenti e le forniture per le aziende calzaturiere si cerca di stupire con ganci tecnologici per gli allacci automatici, accessori innovativi e colori fluo.

Ottimo è stato il riscontro per l’area “Innovation Square” che ha voluto mettere in risalto le novità tecnologiche, futuristiche e soprattutto raccontare le possibili applicazioni di materiali naturali per la creazione di tessuti da indossare, che non siano le pelli animali.

La certezza che viene consolidata con questa edizione di LINEAPELLE è sicuramente che chi ha a che fare con l’estero può avere una possibilità in più di siglare nuovi contratti e arrivare in mercati più favorevoli.

La prossima edizione è già fissata per Febbraio 2019, dal 20 al 22.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Industria: