Fieragricola 2018: cresce l'interesse per l'agricoltura

Data: 7 febbraio 2018 | Settore: Agricoltura, Giardinaggio e Zootecnia
Fieragricola 2018: cresce l'interesse per l'agricoltura

Fieragricola chiude con 130mila visistatori la 113° edizione

I numeri parlano chiaro, l’interesse per l’agricoltura e la sua gestione intelligente, in modalità sempre più 4.0, sono in aumento.

Si è da poco conclusa la 113esima edizione della fiera italiana dedicata all’agricoltura che ha visto il coinvolgimento e la partecipazione di oltre 130 mila visitatori da tutto il mondo.

Fieragricola si è svolta nel quartiere fieristico di Verona e ha raccolto l’adesione di oltre 1.000 espositori, ha distribuito la vetrina espositiva su una superficie netta di 57 mila metri quadrati (+4,4% rispetto all’edizione precedente) con 10 padiglioni utilizzati, ha realizzato dimostrazioni esterne su un’area di 7.500 metri quadrati, ha accolto 980 animali (+63% rispetto al passato), ha organizzato eventi per un totale di 120 convegni radunando buyer esteri provenienti da 33 Paesi di tutto il mondo.

Una novità che riguarda questa edizione della fiera è sicuramente la richiesta di Veronafiere di diventare, attraverso Fieragricola, l’hub di riferimento per tutta l’area del Mediterraneo e l’Africa, con particolare attenzione a Marocco e Egitto, luoghi in cui l’agricoltura può realmente svolgere un importante ruolo a favore dell’economia, dello sviluppo e dell’insediamento della popolazione. La notizia è stata resa pubblica dal direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, durante la presentazione romana di Fieragricola, nelle date di avvicinamento all’evento. Fieragricola 2018

Al centro di molte discussioni il benessere dell’animale e l’inserimento del digitale nella gestione degli allevamenti. Arriva MooMonitor+, un collare per le mucche capace di essere controllato da un’app che rileva 36 misurazioni al secondo e registra il calore, la ruminazione, i tempi per mangiare e riposare di ogni animale. I dati sono inviati a un server incluod e vengono controllati ogni 15 minuti, questo consente di intervenire immediatamente in caso di anomalie di comportamento e di salute degli animali.   

Altro argomento caldo è la zootecnica digitale, si cerca infatti di rendere sempre più automatizzati i processi di lavorazione e di allevamento, gli addetti richiedono macchine semoventi per avvicinare il foraggio alle corsie di alimentazione in stalla e per distribuire la razione alimentare agli animali. Esistono oggi programmi di sviluppo rurale che permettono alle aziende del settore di investire sull’innovazione e questo fa leva sicuramente su un maggior interesse al riguardo.

Si punta a creare sinergie e nuovi processi di gestione e di lavorazione, sempre più vicini alla terra, in quanto si cerca di dare maggiore respiro al nostro pianeta, e sempre più tecnologici per garantire una riduzione di tempi e il margine di errore, garantendo maggiore benessere agli animali allevati e sistemi di lavoro più sicuri per l’uomo.  Fieragricola 2018 conferma l’attenzione crescente verso tutto il mondo agricolo, con particolari promesse e attese per un futuro sempre più sostenibile.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Agricoltura, Giardinaggio e Zootecnia: