L’economia dell’edilizia riparte da CERSAIE 2017

Data: 2 Ottobre 2017 | Settore: Arredi e Forniture
L’economia dell’edilizia riparte da CERSAIE 2017

L’economia dell’edilizia riparte da CERSAIE: 35esima edizione da record. 

A pochi giorni dalla chiusura del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e per l’Arredobagno si può affermare che sia stata un’edizione dai grandi risultati, sebbene i dati ufficiali siano ancora in elaborazione e usciranno nelle prossime settimane.

La superficie espositiva di 156.000 metri quadrati ha ospitato 869 aziende provenienti da 41 nazioni. La ceramica intesa come comparto effettivo ha partecipato con la presenza di 457 imprese, il settore dell’arredobagno con 197 espositori.

Fiera Cersaie 2017 - arredobagnoLa fiera è sempre un momento di valutazione degli andamenti di mercato e in questo caso sembra che il settore della ceramica, per quanto concerne principalmente il Made in Italy sia in rialzo. In base ai dati di Confindustria Ceramica pare che la produzione sia cresciuta del 5,36% e che il fatturato sia aumentato del 5,86%. In Italia il distretto più produttivo è sicuramente quello di Sassuolo, che partecipa con 3,7 miliardi di ricavi in arrivo dall’export. Bene le attività verso Asia e Stati Uniti. 

CERSAIE è anche proclamatrice di nuove tendenze, sia per gli ambienti interni che per gli esterni. ​

Le nuove linee assumono forme e colori simili alle pietre naturali, le piastrelle vertono su effetto legno, con venature percettibili al tatto. Torna il vintage e CERSAIE propone piastrelle ricche di disegni super colorati e dalle forme geometriche in pieno stile anni ’70. Si passa dal design con colori accesi ai fumetti, per arrivare alle sfumature tenui che evocano la natura, per costruire ambienti sempre più natural-style.

L’arredobagno porta in scena rubinetti sempre più sofisticati, dalle tecnologie innovative. Docce che giocano con la cromoterapia, rubinetti che si aprono e si chiudono con il tocco delle dita. Lavandini in mono blocco, per soddisfare le esigenze negli ambienti ad uso pubblico, che includono in unico prodotto il dispencer del sapone, l’acqua per lavare le mani, l’aria calda per asciugare. Arrivano nuove tipologie di wc che inseriscono al fianco dello scarico automatico quello manuale, in modo da averne sempre uno funzionante in caso di guasti. La ricerca volge verso il minor consumo di acqua, la sicurezza e il risparmio di energia, gli espositori di CERSAIE sono fedeli al tema centrale, la sostenibilità.

Mostra museo "Milleluci"​

Regina indiscussa della fiera è, in questa edizione 2017, la mostra-museo allestita al padiglione 30, “Milleluci”, un percorso multisensoriale allestito con scenografie vintage per risaltare l’effetto della ceramica sotto gli effetti delle luci.

Fiera Cersaie 2017

Alcuni asset della mostra sono stati creati anche in Galleria Cavour, nel centro di Bologna, in occasione della Design Week, che ha accompagnato tutto il corso della fiera. La realizzazione di questo progetto si è ispirata a un programma televisivo del 1974, condotto da Raffaella Carrà e da Mina.

I visitatori di CERSAIE che hanno approfittato di questo spazio culturale all’interno della fiera, sono stati condotti attraverso un muro argentato per entrare in un cafè dal sapore antico, con i tavolini al centro, sotto un firmamento di luci sospese. Attorno allo spazio dedicato al networking e alle conversazioni diversi set scenografici, allestiti ricordando i generi cinematografici storici, dal western all’horror, dal romantico al comics.

L’idea di fondo è quella di far percepire le sfumature della ceramica e la qualità dei materiali attraverso i giochi di luce, studiati in modo strategico, con l’ausilio delle migliori tecnologie di ultima generazione, per creare atmosfera e appassionare i visitatori.

Alberta Barbagli

CLICCA PER VISUALIZZARE LA SCHEDA DELL'EVENTO


 

Immagini news:

Altre news dal settore Arredi e Forniture: