Base pizza senza glutine vegana 30 cm con teglia QUELLI DELLA PIZZA

Data: 1 agosto 2017 | Settore: Prodotti alimentari
Base pizza senza glutine vegana 30 cm con teglia QUELLI DELLA PIZZA

Quelli della pizza: la base pizza senza glutine per una pizza di qualità

La base pizza è un impasto lievitato e steso, pronto per essere condito e infornato, anche senza l’intervento del pizzaiolo. Tuttavia, in alcuni casi, la base pizza rappresenta un supporto al lavoro del pizzaiolo. Soprattutto per la preparazione di una pizza vegetariana, vegana, al kamut o senza glutine. Con questa idea e analizzando le dinamiche del settore Horeca, l’azienda Quelli della pizza ha lanciato la base pizza senza glutine vegana con teglia. Insieme a Michele Rosa di Quelli della Pizza, cerchiamo di capire se e come una base pizza di questo tipo può, effettivamente, facilitare il lavoro del pizzaiolo.

Cresce la domanda di pizza con impasto senza glutine

Per preferenza o necessità, cresce la platea dei consumatori che sceglie una pizza dall’impasto alternativo a quello classico. Così, questo target non interessa più soltanto i locali specializzati, bensì, indirettamente, diventa significativo anche per pizzerie e ristoranti tradizionali. Indirettamente, perché, come ci spiega Michele Rosa: «Un menù che non preveda la possibilità di ordinare una pizza vegetariana, vegana, al kamut, senza glutine, oppure al farro o alla farina integrale, rischia di dirottare intere tavolate altrove. Infatti, giacché è raro andare a cena fuori da soli, è sufficiente che in ogni gruppo di avventori sia presente una sola persona con preferenze o intolleranze alimentari, per orientare la scelta di amici e familiari verso quel ristorante o quella pizzeria che soddisfa le richieste di tutti».

Pizza senza glutine, problemi organizzativi e costi di gestione

Base per pizza vegana senza glutine per attività commercialiRistoranti e pizzerie devono fare i conti con esigenze particolari che non sono numerose in sé, bensì lo diventano per gli effetti che la loro presenza determina: ovvero la preferenza per il locale che, accanto al menù classico, ne offre uno “aggiornato” alle nuove attese dei consumatori. Ne ricordiamo le principali: cucina vegetariana, vegana, senza glutine.

Di contro, offrire un menù che contempli anche queste cucine può creare alcuni problemi organizzativi. «Da una parte – sottolinea Michele Rosa –, il pizzaiolo deve preparare tanti impasti quanti sono le opzioni disponibili a menù. Dall’altra, per offrire una pizza senza glutine adatta all’alimentazione dei celiaci, deve rispettare tutta una serie di procedure di non contaminazione, stabilite per legge, che possono rendere svantaggioso garantire un servizio che interessa, tutto sommato, un numero crescente ma limitato di avventori». Dunque, le prospettive per il ristoratore sono 2: perdere clientela (e quindi incassi), o acquisire clientela, ma con costi di gestione non sostenibili. Oppure, alle pizze classiche, con impasti realizzati da lui, il pizzaiolo può affiancare delle basi pizza. Come la base pizza senza glutine vegana con teglia. Quelli della pizza, che

  • è garantita sotto il profilo degli ingredienti
  • è semplice da utilizzare
  • ha un costo certo e sicuro
  • rappresenta un’ottima soluzione per qualità e prezzo.

Quelli della pizza, base pizza senza glutine vegana con teglia, 30 cm

Rispetto a prodotti simili o concorrenti destinati all’Horeca, la base pizza senza glutine vegana 30 cm con teglia Quelli della pizza è un significativo salto di qualità. «Infatti – ricorda Michele Rosa –, il suo impasto lievita naturalmente per almeno 24 ore, è stesa a mano, contiene iodio di acqua marina e farine e ingredienti selezionati, grazie ai quali la pizza si mantiene croccante e soffice anche dopo vari minuti che è stata impiattata».

Inoltre, la base pizza Quelli della pizza non è surgelata. Semplicemente, subisce una leggera precottura per facilitarne l’imbustamento in atmosfera modificata e si conserva in frigorifero, dove mantiene intatte le sue caratteristiche per 45 giorni. Pertanto, è immediatamente pronta all’uso e per la cottura in forno a pietra refrattaria da 350 °C a legna e non. Da ultimo, ma non meno importante, con la teglia in alluminio contenuta nella confezione, il pizzaiolo può cuocere pizze tradizionali e pizze senza glutine nello stesso forno contemporaneamente, riducendo la contaminazione fra i due impasti.

Quelli della pizza, la pizza vegana senza glutine facile da servire

Attraverso il proprio e-commerce, Quelli della pizza commercializza le basi pizza in cartoni da 7 pezzi, spedite in tutta Italia rispettando la catena del freddo e consegnate entro 3/5 giorni lavorativi. Dunque, queste basi pizza sono pratiche e rapidamente disponibili anche per il locale turistico, dove, con la presenza di avventori stranieri, aumenta la percentuale di ordini di pizze senza glutine, vegane o vegetariane. Inoltre, insieme alla base pizza senza glutine vegana con teglia, Quelli della pizza propone anche basi pizza al kamut (33 cm), integrale (33 cm) e la base pizza senza glutine con teglia non vegana (30 cm).

Insomma, le basi pizza Quelli della pizza facilitano effettivamente il lavoro del pizzaiolo che vuole offrire un servizio molto richiesto dalla clientela. E, grazie alle sue caratteristiche di prodotto artigianale (lievitazione naturale, stesa a mano), le basi pizza Quelli della pizza rappresentano più che un compromesso, bensì un unicum per qualità, in un settore che propone soltanto prodotti in serie di provenienza industriale.

Luca Cavera

CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI




Immagini news:

Condividi su:

Altre news dal settore Prodotti alimentari: