Bottale di follonaggio in acciaio inossidabile DHARMA e MD REVOMEC

Data: 27 aprile 2017 | Settore: Industria
Bottale di follonaggio in acciaio inossidabile DHARMA e MD REVOMEC

L’approccio innovativo di Revomec al bottale di follonaggio

Fra le novità di Simac Tanning Tech 2017 (Milano, 21-23 febbraio) il nuovo bottale di follonaggio in acciaio inossidabile Revomec si è posto in evidenza per tecnologia e originalità. Questa soluzione tecnica ottimizza i risultati riducendo i tempi e migliorando la riproducibilità nel tempo.

L’evento internazionale dedicato alle macchine per l’industria calzaturiera, pellettiera e conciaria Simac Tanning Tech è stato un’occasione preziosa per conoscere più da vicino questa azienda, Revomec, che nella sede di Trissino (VI) sviluppa soluzioni e tecnologie per la lavorazione delle pelli. Fra queste, appunto, i bottali di follonaggio in acciaio inox commercializzati in tutto il mondo con i marchi Dharma e MD.

Presso lo stand Revomec a Simac Tanning Tech 2017, abbiamo raccolto alcune dichiarazioni di Massimo Valente, responsabile marketing dell’azienda. «La nostra originale interpretazione dei moderni bottali di follonaggio trae la sua essenza dallo studio approfondito e dalla traduzione concreta delle esigenze di concerie, rifinitori e laboratori chimici. Forti di un patrimonio di esperienze specifiche acquisite negli anni sulle migliori tecnologie di bottalatura dei pellami in collaborazione con la filiera produttiva, abbiamo intuito che era necessario dotarsi di una visione diversa per poter superare i limiti delle tecniche tradizionali».

Bottale di follonaggio per lavorazione pelliLa bottalatura dei pellami secondo la concezione originale di Revomec presuppone una rivisitazione tanto della componente hardware come di quella software. Nell’hardware, il lavoro di R&D si è concentrato sulla progettazione di macchine dimensionate e costruite per migliorare:

  • prestazioni
  • affidabilità nel tempo
  • durabilità in ambienti aggressivi
  • ergonomia
  • sicurezza degli operatori.

Per quanto riguarda il software, Revomec ha studiato un’interfaccia grafica e soluzioni informatiche capaci di:

  • gestire l’automazione e sfruttare al 100% le prestazioni della meccanica

  • riprodurre i risultati in maniera costante e omogenea

  • integrarsi all’interno del processo produttivo.

Il bottale di follonaggio in acciaio inossidabile Revomec

Punti forti dei modelli Dharma e MD di Revomec sono:

  • l’ottimizzazione dei tempi produttivi, con risultati prevedibili in tempi certi e assai ridotti rispetto allo standard attuale
  • la perfetta riproducibilità dell’articolistica nel tempo
  • l’ampia varietà di materie prime utilizzabili: pelli di varia origine e natura (anche alcuni articoli in pelle PU e sintetici in generale)
  • la flessibilità applicativa e operativa per calzaturiero, pelletteria, abbigliamento, arredamento, interni automotive, marittimi e aviazione.

Con le parole di Massimo Valente: «Questi plus si traducono in una maggiore efficacia. Sia in termini assoluti, con la possibilità di svolgere nuove funzioni, sia relativi, con la capacità di raggruppare varie funzioni nella stessa macchina e di ottenere prestazioni superiori rispetto a prodotti omologhi».

Infatti, le funzioni dei bottali Revomec sono molteplici:

1. ammorbidire i pellami, attraverso un’azione combinata di sbattimento meccanico e controllo di parametri termodinamici come pressione, temperatura e umidità

2. creare e accentuare, uniformare e stabilizzare la grana naturale delle pelli con un preciso controllo delle variabili termodinamiche durante il processo

3. umidificare/condizionare pelli e croste

4. depolverare pelli, croste e velour

5. rimuovere l’umidità in eccesso

6. rifinire pellami, croste e articoli scamosciati con l’aggiunta di prodotti chimici ausiliari per ottenere tatti particolari, intensificazione di tono del colore, impermeabilizzazioni ecc.

Tanta efficacia a livello produttivo si sposa con un design che coniuga innovazione, funzionalità e sicurezza dell’ambiente di lavoro. E ulteriori valori aggiunti dei bottali di follonaggio Revomec sono il bassissimo impatto ambientale, la grande ergonomia, la facilità di programmazione e controllo della macchina (anche in remoto), la comunicazione e interconnessione con il processo produttivo e la certificazione Revomec per l’accesso ai benefici fiscali per l’industria 4.0.


Le diverse versioni dei bottali Revomec

Commercializzati in più versioni, i modelli più avanzati dei bottali Revomec possono lavorare sia a secco sia con altissimi livelli di umidità. È anche prevista l’essiccazione di pelli bagnate, con valori di processo ottimizzati e programmabili, con l’obiettivo di favorire costanza e riproducibilità nel tempo. Inoltre, per applicazioni specifiche, Revomec ha predisposto numerose integrazioni opzionali.

Luca Cavera

Immagini news:

Condividi su:

Altre news dal settore Industria: