Confezionamento in monodose e fiale - NUOVA V75 VALMATIC

Data: 5 aprile 2017 | Settore: Industria
Confezionamento in monodose e fiale - NUOVA V75 VALMATIC

Valmatic a Interpack 2017: V75 nuova soluzione per il confezionamento monodose.

All’Interpack 2017 di Düsseldorf (Germania, 4-10 maggio), presso lo stand B21, pad. 08A, Valmatic presenterà la nuova V75.

Questa è una linea termoformatrice-riempitrice di ultima generazione, che produce contenitori monodose in materiale plastico mono o accoppiato.

Con un ingombro contenuto, integrabile in ogni layout, la macchina è stata progettata pensando a specifiche esigenze del confezionamento monodose, per produttori e contoterzisti dei settori alimentare, cosmetico, chimico e farmaceutico.

Valmatic, realtà italiana e globale

Realtà italiana di alto profilo, con sede centrale a San Prospero (MO) e poli produttivi in Giappone, Brasile, Messico e Turchia, Valmatic progetta e costruisce linee termoformatrici per articoli monodose e supposte. Accostatasi al monodose per rispondere alle esigenze del settore farmaceutico, Valmatic ha sempre più focalizzato l’attenzione su tale modalità di confezionamento. Così, il know how dell’azienda si è sviluppato sul campo (Valmatic fa anche servizio in conto terzi), di pari passo alla diffusione del monodose e del monouso in nuovi ambiti di applicazione, come la cosmesi e l’alimentare.

Valmatic, confezionamento monouso - Interpack 2017

Perché scegliere il confezionamento monodose?

Oggi, i prodotti proposti in confezioni monodose sono diffusissimi: farmaceutico e parafarmaceutico, alimentare, home & personal care, solo per fare alcuni esempi. Graziana Tassinari, responsabile marketing Valmatic, spiega le ragioni di questa sempre più ampia diffusione del monouso: «Per molte categorie merceologiche, sono cambiate le abitudini di consumo. Cresce il consumo individuale, cresce la mobilità, cresce l’attenzione agli sprechi e all’impatto ambientale degli imballaggi. Per questi motivi, il consumatore vede nel monodose una risposta efficace alle sue esigenze».

Infatti, scegliere un prodotto in monodose vuol dire

  • praticità immediata
  • sicurezza e freschezza nel tempo
  • dosaggio adeguato
  • ingombri e impatto ambientale minimi.

«Ai vantaggi per il consumatore – spiega Tassinari – corrispondono vantaggi per il produttore: minore spreco di materie prime e basso impatto ambientale. Da parte loro, inoltre, i produttori richiedono macchine e linee produttive che soddisfino elevati standard in termini di ecosostenibilità e performance di processo». La progettazione di Valmatic V75 è andata esattamente in questa direzione.

Valmatic V75 per confezionamento monodose

V75 macchina riempitrice e termoformatrice per monouso cosmetici e farmaceutici

La nuova linea termoformatrice-riempitrice Valmatic V75 è stata progettata per la produzione di contenitori monodose in materiali plastici (PET/LDPE, PP/PET/EVOH/PE, PET/EVOH/PE e PET/PS/PE), barrierati o accoppiati con alluminio. La macchina lavora materiali con spessori da 150 ai 500 micron e ha un tranciante di ultima concezione, intercambiabile, per la produzione di strip o monodose con taglio singolo, che garantisce comunque un cambio formato veloce e semplice.

Lavorando a una velocità di 30 cicli/minuto con numerose tipologie di liquidi e creme, V75 trova applicazione in molteplici settori: alimentare, cosmetico, chimico, farmaceutico. E grazie alla sua flessibilità applicativa e all’avanzata tecnologia meccanica, V75 confeziona in fiale (0,5-150 ml) moltissimi e differenti prodotti di fascia alta:

  • detergenti per l’home care
  • vitamine
  • integratori alimentari
  • dispositivi medici
  • presidi medico-chirurgici
  • aceto balsamico
  • olio d’oliva
  • salse
  • creme cosmetiche
  • prodotti body care ecc.

«Inoltre – come anticipa Tassinari –, V75 è la soluzione ideale per il confezionamento di liquidi e/o creme ad avanzate proprietà tecnologiche (settori farmaceutico e cosmetico)». Infatti, il monodose confezionato con questa macchina esprime bassissimi valori di OTR (Oxygen Transmission Rate) e WVTR (Water Vapour Transmission Rate). E ciò si traduce in una perdita di peso del prodotto inferiore all’1% nei 40 giorni di stabilità.

Esclusiva assoluta nel settore, V75 può montare su richiesta il gruppo di stampa in linea Valmatic Thermoprinter modello V100. In contemporanea alle operazioni di confezionamento, il gruppo stampa l’esatta quantità di materiale utile, ottimizzando ed eliminando gli sprechi.

Valmatic V75, esclusivi plus per il confezionamento monodose

Con le sue dimensioni ottimizzate, V75 entra facilmente in ogni layout produttivo preesistente, contribuendo ad abbattere i costi di investimento. Inoltre, sebbene le operazioni della V75 siano gestite in automatico da software dedicati, Valmatic ha dotato la macchina di un’interfaccia operatore-macchina semplice e intuitiva, così da sfruttarne al massimo l’estrema potenza produttiva. Fra le funzioni automatiche, va segnalato il sistema controllo di livello con scarto automatico dei prodotti non conformi. Da ultimo, attraverso il servizio di assistenza online in tempo reale, ogni richiesta di assistenza può essere gestita in remoto dai tecnici Valmatic (è sufficiente connettere la macchina alla rete LAN aziendale).

Luca Cavera

CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI


Immagini news:

Condividi su:

Altre news dal settore Industria: